Amianto, a San Marco parte il censimento per pubblico e privato In evidenza

Virginia Mariotti Virginia Mariotti
Hostaria Antico Borgo

SAN MARCO ARGENTANO – Anche il comune di San Marco Argentano, con l’Ordinanza sindacale n. 07 del 23 febbraio scorso, ha avviato e promosso il censimento di tutte le fonti di amianto, intese anche come edifici pubblici e privati, produttivi e commerciali. A renderlo noto è una nota del Palazzo Municipale che spiega come sia i soggetti pubblici che quelli privati hanno l'obbligo di notificare all'Azienda Sanitaria Locale la presenza di amianto e di materiali contenenti amianto in matrice friabile presso gli edifici di rispettiva proprietà.

A stabilirlo è il Piano Regionale Amianto nato per la mappatura dei siti e dei manufatti contenenti amianto presenti nel territorio calabrese. Il processo è stato avviato dalla Regione Calabria, con la L. R. n°14 del 27/04/2011 “Interventi urgenti per la salvaguardia della salute dei cittadini: norme relative all’eliminazione dei rischi derivanti dalla esposizione a siti e manufatti contenenti amianto”. In quest'ottica, quindi, l'amministrazione sammarchese ha promosso l'iniziativa spiegando che aderire al censimento “è molto semplice”: «il proprietario dell’edificio o l’amministratore condominiale devono compilare un’apposita scheda, mediante l’utilizzo di apposito modello disponibile presso il Comune di San Marco Argentano, sito in via Roma n.14, al Comando di Polizia Locale, o scaricabile dal sito internet: www.comune.sanmarcoargentano.cs.it, alla sezione dedicata».
Le schede, debitamente compilate dal proprietario, dall’amministratore, o dal legale rappresentante dell’immobile, vanno spedite a mezzo raccomandata al Comune di San Marco Argentano oppure consegnate direttamente al protocollo generale dell’ente. In seguito, il Comune trasmetterà all’A.S.P. di Cosenza, distretto di San Marco Argentano, tutte le schede pervenute, per il prosieguo dell’iter di competenza.
Al censimento si aggiunge la necessità di procedere a un’adeguata e corretta informazione sui pericoli connessi all’amianto e sulle modalità operative per la rimozione e smaltimento in sicurezza. Nella home page del sito del Comune di San Marco, a tal proposito, è prevista una sezione dedicata all’amianto: all’interno, oltre alla scheda di censimento, sono presenti anche il piano nazionale amianto e una brochure informativa.
«L’Amministrazione comunale di San Marco -si legge- è particolarmente sensibile alla problematica e auspica la piena e fattiva collaborazione della cittadinanza. L’assessore all’ambiente, avv. Finisia Di Cianni, in particolare, è disponibile a fornire eventuali ulteriori chiarimenti e delucidazioni in merito all’argomento.
Gli uffici preposti sono a disposizione dei cittadini per offrire assistenza e supporto a coloro che dovessero ravvisare difficoltà nella compilazione della scheda».
Dal canto suo il sindaco Virginia Mariotti aggiunge: «Le fibre di amianto rappresentano un vero pericolo per la salute pubblica, in quanto causa di malattie gravissime. Consapevoli di ciò, chiediamo pertanto ai nostri concittadini di dimostrare il loro alto senso civico e di consentire agli uffici comunali di avere la mappatura precisa dei manufatti in cui è presente questo dannoso materiale. Noi ci impegniamo a chiedere alla Regione se siano stati individuati incentivi economici e/o agevolazioni fiscali, al fine di ridurre le spese a carico dei cittadini e delle imprese per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto, e a promuovere ogni azione utile affinché gli enti preposti siano sensibilizzati sulla necessità di investire nell’opera di bonifica».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners