La cultura archeologica e le nuove generazioni a San Sosti

SAN SOSTI - Il turismo archeologico, estrinsecato soprattutto come cultura del passato, deve obbligatoriamente costruire un futuro migliore. È questa la prerogativa emersa durante il recente meeting al quale ha partecipato, in una delle sue prime uscite ufficiali, il neo sottosegretario ai Beni culturali Dorina Bianchi. L’occasione è giunta nell’ambito del convegno “Conosci il passato… costruisci il futuro”, tramite la presentazione dell’ultimo volume della serie “Tesori del Parco del Pollino” dedicato ai “Lucani, origini di un popolo”, a cura di Angelo Martucci, Giovanni Martucci e Luca Ricca.

La figura della donna in un convegno a San Sosti

SAN SOSTI – (Comunicato stampa) Il prossimo 9 marzo alle ore 17.00 si terrà presso la sala consiliare del comune di a San Sosti un’attenta e accurata riflessione sulla figura della donna. Le relatrici – rigorosamente tutte donne – porteranno all’attenzione del pubblico figure di donne che, nel corso, degli anni si sono “faticosamente” contraddistinte per il loro impegno, concreto, nella promozione di una (certa e rumorosa) cultura di genere. Partendo, infatti, dall’esempio di grandi figure femminili si tenterà di stimolare ed incentivare, ciascuno e ciascuna, a far si che ogni comunità possa “beneficiare” della presenza, fattiva e positiva – di ogni donna (madri, amministratici, avvocatesse, imprenditrici ecc..).

Accordo fra Comune e Parco per una mostra archeologica

SAN SOSTI - Sancito, tra il Comune e l’Ente Parco Nazionale del Pollino, un accordo di collaborazione per la realizzazione di una “mostra archeologica”. È stato l’esecutivo guidato dal sindaco Vincenzo De Marco a deliberare in tal senso. Proprio il primo cittadino aveva presentato richiesta alla Soprintendenza archeologica della Calabria, Ufficio distaccato di Scalea, a quello territoriale per i Beni Archeologici di Sibari ed all’Ente Parco del Pollino. L’idea-progetto è quella dell’allestimento di una mostra didattico – scientifica, denominata “Aspetti culturale della Sibaritide – la ceramica fine da mensa a figure rosse”, al fine di promuovere e divulgare la cultura archeologica del nostro territorio, essendo presente a San Sosti il Museo “Artemis” dedicato alla valorizzazione delle risorse archeologiche ricadenti nell’area territoriale del Parco Nazionale del Pollino.

Tromba d'aria a San Sosti, il consiglio comunale chiede lo stato di calamità naturale

SAN SOSTI - All’indomani della prima ricognizione necessaria alla stima dei danni, per la tromba d’aria che ha investito il centro abitato sansostese non più tardi di mercoledì scorso, il Consiglio comunale ha preso atto dell’accaduto ed ha votato, all’unanimità dei presenti, una delibera per approvare la richiesta dello stato di calamità naturale con danni ancora non quantificabili ma certamente ammontanti ad alcune centinaia di migliaia di euro. La richiesta era stata già anticipata alla Regione Calabria, ma la delibera consiliare va a rafforzare ciò che si è dovuto affrontare per l’emergenza maltempo.

San Sosti, pubblicato il IV volume sui tesori del Pollino

SAN SOSTI - È uscito nei giorni scorsi il IV volume della serie “Tesori del Parco del Pollino”. L’ultimo libro è dedicato ai “Lucani, origini di un popolo”, ed è a cura di Angelo Martucci, Giovanni Martucci, Luca Ricca. La collana, finanziata dall’Ente Parco del Pollino, non è altro che la carta archeologica del suo territorio, ricco di testimonianze di antiche civiltà perdute.

Strutture danneggiate dal forte vento a San Sosti

SAN SOSTI - Il fortissimo vento che da oltre ventiquattrore sta spirando sull’alta Valle dell’Esaro sta provocando danni e disagi. Quelli maggiori, anche se ancora da quantificare, si sono registrati della cittadina del Pettoruto dove è quasi volato via il tetto dello stabile che ospita gli uffici del Giudice di Pace nei pressi del Municipio. Problemi anche alle coperture della stessa Casa comunale e della Scuola elementare, secondo i sopralluoghi dei Vigili del Fuoco intervenuti. Le squadre di soccorso, compreso alcuni operai comunali, si stanno prodigando per limitare i disagi.

San Sosti, la verità della Chaouqui in due ore di confessioni

SAN SOSTI Si difende da tutto e da tutti Francesca Immacolata Chaouqui nella conferenza stampa tenuta ieri sera a San Sosti. Soprattutto, però, difende Papa Francesco e la sua azione di riforma avviata nella Chiesa e minata da una serie di circostanze che la stessa imputata del processo “Vatileaks 2” renderà note nel corso delle oltre 2 ore di confessioni. «Aiutare il Santo Padre e non ottenere un posto nella Curia» è il leitmotiv delle dichiarazioni di una Chaouqui che prima si fa attendere per circa un’ora, per farsi quindi annunciare dalla musica di Fiorella Mannoia “Io non ho paura”, arrivando a cavallo di una Harley Davidson e scortata da due uomini della sicurezza, e poi affrontare la platea della stampa con la voce tremula e decisamente provata.

Conferenza Chaoqui. Il sindaco di San Sosti non informato

SAN SOSTI La piccola comunità di San Sosti si appresta ad ospitare un grosso evento sotto il profilo mediatico, inerente al famoso scandalo in Vaticano noto agli onori della cronaca con il nome di Vatileaks 2, che però è avvolto di mistero. Il presunto corvo della Santa sede, infatti, Francesca Immacolata Chaouqui, originaria proprio del paesino della Valle dell'Esaro, ha annunciato dalla propria pagina Facebook la convocazione di una conferenza stampa che si terrà il prossimo giovedì 7 gennaio alle 16 al Symposium.

Premiato il gruppo A’ Pacchianeddra Sansustisa

SAN SOSTI Il gruppo folk “A’ Pacchianeddra sansustisa” di San Sosti si aggiudica il premio “Ascia votiva”. Si tratta di un riconoscimento per celebrare la “calabresità” così come riesce a fare il gruppo coordinato da Pasquale Ranuio, che da 27 anni porta in giro il mondo e la tradizione calabrese.

Gli amministratori vogliono mantenere l’autonomia dell’Omnicomprensivo di San Sosti

SAN SOSTI - Approvata, dalla Giunta comunale, la proposta per il dimensionamento scolastico relativo all’anno scolastico 2016/17. Infatti, visto il decreto legislativo 112/98, è stato ritenuto di dover proporre all’Amministrazione Provinciale, nel quadro di una collaborazione istituzionale disegnato dalla legislazione e tenuto conto di tutti gli elementi che influiscono sulla richiesta e sull’offerta formativa locale, una proposta di dimensionamento scolastico.
Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners