Serata conviviale per tutti i nati dell’anno 1951

ALTOMONTE - Fino a qualche anno addietro l’aver raggiunto l’età dei 66 anni significava aver tagliato il traguardo dell’età pensionabile. Oggi, con la scusa dell’innalzamento dell’aspettativa di vita, non è proprio così. C’è chi comunque la prende con filosofia ed in particolare quelli del comprensorio tra Altomonte e San Donato di Ninea nati proprio nell’anno 1951 e che, quindi, hanno compiuto o stanno per compiere 66 anni.

Rifiuti a San Lorenzo del Vallo, coppia di coniugi accusati di bancarotta fraudolenta

ALTOMONTE - La Guardia di Finanza di Castrovillari ha dato esecuzione a una ordinanza di misure cautelari personali e contestuale sequestro preventivo di beni mobili ed immobili, emesse dal Tribunale di Castrovillari nei confronti di B.M., di anni 46, e B.A., di anni 40, coniugi, entrambi di Altomonte, accusati dei reati di bancarotta fraudolenta documentale e distrattiva.
L’attività eseguita oggi rappresenta l’epilogo di una complessa indagine espletata dalle Fiamme Gialle su delega della Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Castrovillari, coordinata dal Procuratore Capo Dott. Eugenio Facciolla e diretta dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dott.ssa Angela Continisio.

Altomonte aderisce a "La Domenica nel Borgo"

ALTOMONTE - Anche l’Amministrazione Comunale di Altomonte aderisce all’iniziativa nazionale “La domenica nel Borgo” promossa per Domenica 1 ottobre dall’Associazione de “I borghi più Belli d’Italia”. L'iniziativa prevede visite guidate a cura degli alunni delle scuole Medie "Ciceroni per un giorno", presso i monumenti del Borgo di Altomonte aperti gratuitamente per l’occasione.
Saranno infatti i ragazzi ad accompagnare i turisti alla scoperta delle bellezze del borgo, indossando le magliette e i cappellini che l’Associazione dei Borghi italiani ha prodotto appositamente e personalizzati sia con il logo della manifestazione "La domenica nel borgo" che con la scritta "Cicerone per un giorno".

Riparte il 29 luglio il Festival di Altomonte con Ermal Meta

ALTOMONTE - Sarà il cantautore e compositore albanese naturalizzato italiano, Ermal Meta, a celebrare l’avvio dell’ormai consolidato Festival Euromediterraneo di Altomonte giunto, quest’anno, alla sua trentesima edizione. Il cantante – finalista al Festival di Sanremo nonché uno degli artisti più quotati attualmente in Italia – solo negli ultimi due anni 6 dischi di platino e 4 ori – si esibirà sul palco all’interno della suggestiva cornice del teatro “C. Belluscio” di Altomonte.
Il Festival nasce, infatti, nel lontano 1987 dalla brillante intuizione dell’allora Sindaco Costantino Belluscio e si è da subito distinto per la sua mission, mai mutata nel corso degli anni: essere punto di incontro di cultura in tutte le sue espressioni dal teatro alla danza, dalla musica alle arti visive; creando connessioni fra generi, territori e comunità.

Trenta candeline per il Festival Euromediterraneo di Altomonte

ALTOMONTE - Giovedì 27 luglio alle ore 11:00, presso la Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza, si terrà la conferenza stampa di presentazione del Festival Euromediterraneo di Altomonte giunto, quest’anno, alla sua trentesima edizione.
Il Festival nasce, infatti, nel lontano 1988 dalla brillante intuizione dell’allora Sindaco Costantino Belluscio e si è da subito distinto per la sua mission, mai mutata nel corso degli anni: essere punto di incontro di cultura in tutte le sue espressioni dal teatro alla danza, dalla musica alle arti visive; creando connessioni fra generi, territori e comunità.

Altomonte, «restituite ai cittadini le tasse pagate in più»

ALTOMONTE - Torna ad alzare la voce il gruppo di minoranza. E lo fa tramite un pubblico manifesto affisso nel quale invita l’attuale maggioranza a «restituire ai cittadini le tasse fatte pagare ingiustamente per la spazzatura». I consiglieri comunali Francesco Provenzale, Antonio D’Ingianna, Francesco Iannuzzi e Gianpietro Coppola, appartenenti a “Uniti per Altomonte”, tornano quindi a chiedere con forza la restituzione dei soldi ai cittadini «visto che dall’inizio del mandato la cosa contrasta con quella operata dal vicesindaco ed Assessore al bilancio in carica Domenico Giglio».

Altomonte, il ricordo di Presta a dodici anni dalla scomparsa

ALTOMONTE - Martedì scorso 4 luglio sono trascorsi ben dodici anni dalla scomparsa di Michele Presta. Era una giornata afosa allora. E Michele Presta, dirigente sindacale della Cgil calabrese, nativo proprio di Altomonte, era atteso a Pizzo Calabro. Doveva parlare, da segretario della Flai, in una delle tante iniziative sulle tematiche dei lavoratori agricoli, quei braccianti da cui era partita la sua storia sindacale. Michele, però, non arrivò mai a Pizzo.

Altomonte, lo chef Salvatore Burgo ancora protagonista in Russia

ALTOMONTE - Proseguono gli eventi collaterali, solidali alla propria attività culinaria in terra cosacca, per lo chef altomontese Salvatore Burgo. Lo stesso, infatti, è stato di recente ospite presso Villa Berg, sede dell’Ambasciata Italiana a Mosca, dove si è svolta una cena di beneficenza per aiutare la parrocchia di San Giuseppe, nella città di Berdsk, nei pressi di Novosibirsk. È stato ricevuto dall’ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini ed è stata «una grande occasione per aiutare alla ricostruzione della chiesa offrendo il mio lavoro e quello della mia squadra di cucina».

Sinistra Italiana attacca il sindaco Lateano

ALTOMONTE – (Comunicato stampa del circolo “M. Presta” di Altomonte) Abbiamo appreso della ufficializzazione della nomina ad Assessore del Dr. Nello Iannuzzi da parte del Sindaco Lateano, al posto del dimissionato Dr. Michele Vitiritti. La notizia non ci meraviglia, circolava da più tempo, era ed è figlia di uno dei tanti ricatti interni di questa maggioranza, che si regge per un solo voto.
Fermo rimanendo il nostro apprezzamento per le capacità tecniche e amministrative del Dr. Iannuzzi, la cui esperienza è decennale, riteniamo che si tratti di un grave errore politico, una bocciatura conclamata da parte del Sindaco dell’esperienza amministrativa di una squadra di giovani promossa dal risultato elettorale del 2014.

Si chiude la Gran Festa del Pane di Altomonte con entusiasmo e partecipazione

ALTOMONTE – (Comunicato stampa) Si è conclusa l'undicesima edizione della Gran Festa del Pane di Altomonte, ancora una volta questo meraviglioso Borgo Calabrese si è posto al centro del grande dibattito sui grani le farine ed il pane. Evento nell’evento è stato il convegno di sabato che ha visto la presenza dei rappresentati della Regione, Mauro d'Acri e Guccione, dell'on.le Laratta per Ismea, sindaci, a partire da Giuseppe Lateano padrone di casa ed amministratori tra i quali il neoeletto Presidente del Gal Vallecrati Ignazio Iacone, oltre ai rappresentati di associazioni che sono attive sul tema dell'agricoltura, della salute, della valorizzazione delle produzioni tipiche, l’Aiab, Slow-Food, l'Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria, la comunità dei grani antichi e mulini storici, i cui promotori, Pino Campise e Piero Renda, stanno lavorando ad una legge regionale del settore, era presente pure il giovane rappresentante della Mulinum che sta portando avanti l’iniziativa del Mulino di San Floro, Stefano Caccavari.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners