Chiuso positivamente il XII Memorial Diodati

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Chiuso positivamente il XII Memorial Diodati

TERRANOVA DA SIBARI - Mercoledì 20 dicembre presso la Sala Conferenze del Centro Sportivo Area Fitness di Terranova da Sibari si è concluso il dodicesimo Memorial Avv. Pierluigi Diodati con il convegno sul tema “Percorsi di educazione alimentare e motoria nella scuola dell’infanzia e nella primaria”. Ha moderato i lavori il Prof. Vincenzo Scirrotta. Hanno portato i saluti dell’amministrazione comunale di Terranova il sindaco Luigi Lirangi e il delegato allo sport Massimiliano Smiriglia, mentre per l’ATP di Cosenza ha portato i saluti il Prof. Luciano Bove (docente Referente Provinciale EMFS).

I lavori sono stati aperti dal Dott. Marco Marchianò (nutrizionista) il quale ha illustrato come “la prevenzione del sovrappeso e dell’obesità in età infantile ed adolescenziale rappresenta, un obiettivo prioritario di salute pubblica anche nella nostra Regione. Gli interventi, rivolti in particolare ai bambini e agli adolescenti, sono da realizzarsi in sinergia con tutte le agenzie che si occupano di infanzia e di adolescenza, prime tra tutte la famiglia e la scuola, insieme a coloro che, a vario titolo, si occupano di salute, alimentazione, attività motoria e comunicazione”. Ha chiuso i lavori la Prof.ssa Irene Scarpelli (Collaboratrice EMFS Uff. Scolastico Regione Calabria) che ha dichiarato: “L'apprendimento in età evolutiva dei corretti stili di vita è l'unica vera arma per combattere alla radice lo sviluppo di patologie cronico-degenerative e il dilagare dell'obesità infantile, il cui tasso in Italia è tra i più alti d'Europa. Una buona attività fisica -ha continuato Scarpelli- protegge dalle malattie, aiuta l’apprendimento, stimola la socializzazione e abitua a gestire diversi impegni quotidiani. Tutto il mondo, da quello scientifico a quello della comunicazione, sa che l’attività fisica fa bene, per questo è importante che i nostri bambini si dedichino con più assiduità all’attività fisica. L’Italia è il secondo Paese al mondo per obesità infantile (10,6%) dopo gli Stati Uniti, con un tasso di sedentarietà del 40%. Secondo una ricerca di Save the Children, i bambini e i ragazzi italiani stanno troppo fermi (un bambino su 4 non pratica sport nel tempo libero) e mangiano male. Ha concluso affermando che un bambino su sei è fisicamente inattivo, mentre solo 1 su cinque segue un livello di attività fisica raccomandato per la sua età”. Al termine della serata sono stati consegnate delle targhe ricordo al Dott. Marchianò, alla Prof.ssa Scarpelli e al Prof. Scirrotta.

0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners