Altomonte, lo chef Salvatore Burgo ancora protagonista in Russia

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Lo chef Burgo e l'Ambasciatore d'Italia a Mosca Lo chef Burgo e l'Ambasciatore d'Italia a Mosca

ALTOMONTE - Proseguono gli eventi collaterali, solidali alla propria attività culinaria in terra cosacca, per lo chef altomontese Salvatore Burgo. Lo stesso, infatti, è stato di recente ospite presso Villa Berg, sede dell’Ambasciata Italiana a Mosca, dove si è svolta una cena di beneficenza per aiutare la parrocchia di San Giuseppe, nella città di Berdsk, nei pressi di Novosibirsk. È stato ricevuto dall’ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini ed è stata «una grande occasione per aiutare alla ricostruzione della chiesa offrendo il mio lavoro e quello della mia squadra di cucina».

La chiesa – come affermato da don Paolo Paganini, missionario italiano a Novosibirsk, in Siberia – era stata distrutta nel 2011 da un incendio. E da allora la piccola comunità parrocchiale, affidata ai Francescani, per celebrare la Messa si è sempre ritrovata in una stanza in affitto, peraltro presso un fatiscente edificio della città, non facile da raggiungere soprattutto per i fedeli più anziani. Dopo innumerevoli tentativi, grazie all’aiuto della diocesi e di organizzazioni cattoliche che sostengono la Chiesa nell’Est, si è riusciti ad avviare i lavori di ricostruzione della chiesa. La comunità, numericamente piccola ma fedele, è composta per lo più da discendenti di polacchi e tedeschi dei deportati in Siberia, oggi cittadini russi a tutti gli effetti. «I russi – ha aggiunto lo chef Burgo – guardano all’Italia con sommo interesse e con viva speranza, consci della grande storia del nostro popolo e della splendida cultura che la nostra gente ha espresso nei secoli. E per i cattolici russi ulteriore motivo d’interesse è indubbiamente il legame così stretto con la figura del Papa». Da qui la decisione dello chef altomontese di collaborare alla solidarietà in favore della ricostruzione della chiesa, le cui fondamenta sono state già ultimate e che potrà contenere fino a quaranta persone.

 

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners