Musica, la Martus Editore pubblica un cd di una band tarantina

  • Il disco pubblicato dall’editore che ha sede a San Sosti (Cosenza)
Musica, la Martus Editore pubblica un cd di una band tarantina

SAN SOSTI (Cosenza) - Da Casa editrice sempre vicina alla storia, all’archeologia ed al territorio a possibile “Editing musicale”. È il percorso artistico - culturale della “Martus Editore” di Angelo Martucci, l’editore di San Sosti (Cosenza) che sta facendo ottimi passi nel campo editoriale. L’ultima scoperta musicale, che potrà farla crescere in questo settore, è quella dei “Nightwish or White Skull” la giovane Tribute band dei “Nightwish”, celeberrimo gruppo finlandese fondato da Tuomas Holopainen nel 1996.

Un connubio “calabro - pugliese” per una formazione fondata a Taranto, nello scorso mese di marzo, da Carlo Enrico Filareto e da sua sorella Isabel. Lui giovane studente universitario è la voce maschile e suona la chitarra; lei studentessa di musica al Conservatorio è la voce femminile, I due, insieme ad Emanuel Petrone (chitarra); Elya Z. (basso); Thomas Medici (tastiere - piano - organo); ed Andrea Rizzo: (batteria), stanno riproponendo i brani dei mitici “Nightwish”, ma con il ri-arrangiamento di pezzi come “Lord of the metal ring” tratto dal celeberrimo film e “Assassins creed”, il videogame famoso in tutto il mondo. L’editore sansostese, è rimasto davvero folgorato da tanta bravura e tecnica musicale affermando che «un simile capolavoro non può rimanere sconosciuto, è un patrimonio culturale e come tale deve essere divulgato e condiviso». Da qui la decisione di produrre il loro lavoro. I brani registrati in studio, infatti, sono stati raccolti in un Cd dal titolo “The Fallen”, prodotto e pubblicato in questo mese di giugno proprio dalla Casa editrice “Martus Editore” che ha sede nella cittadina del Pettoruto. Ma non è tutto, perché un promo del Cd sarà inviato alla famosa casa discografica “Nuclear Blast” con sede a Donzdorf, in Germania. Sarà certamente un modo per far apprezzare ancora meglio questa nuova Tribute band. Non sfugge, infatti, che la nascita dei “Nightwish” rappresentò all’epoca l’inizio di un nuovo genere Metal, anzi, è stata l’evoluzione di questo filone musicale. È il cosiddetto “Symphonic-Gothic-Metal” che ha come tema il misterioso fascino del mondo medievale, con i suoi cavalieri, le sue dame, le nobili gesta e ancora, il coraggio, l’onore, la lealtà, l’amore in tutte le sue espressioni. È la contaminazione, in senso positivo, del Metal, anni ’70 ed ’80, giunto ormai ad esaurimento, arricchito da strumenti classici quali il violino, il piano-forte, l’organo, il contrabbasso, il tutto in chiave “rock-metal, appunto. La voce è in sostanza lirica femminile, accompagnata da quella metal maschile e tramite questa nuova Tribute band rivivrà il mito dei “Nightwish” e di quanti amano questo genere musicale.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners