Continua con successo il preogetto lettura nella scuola di Spezzano

Continua con successo il preogetto lettura nella scuola di Spezzano

SPEZZANO ALBANESE - Anche quest’anno, come da ormai diversi anni, la Dirigente scolastica Rosina Costabile ha sostenuto l’insegnante Giannicola nella realizzazione del Progetto Lettura.
L'Italia, come altri paesi Europei, vive questo nuovo millennio in un clima di crescente migrazione. Nell'attuale quadro sociale, l'incontro con l'altro con il “diverso” non è più limitato ad episodi sporadici, ma rientra nelle situazioni di vita quotidiana. Proprio per questo è nata l’esigenza di studiare quest’anno un Progetto Didattico basato sulla pedagogia interculturale. Al di fuori della famiglia, la scuola è l'ambiente in cui si acquisiscono quei valori che ci accompagneranno per tutta la vita. A scuola si è sottoposti alle prime forme di inserimento sociale oltre i confini della propria famiglia. La scuola riveste un ruolo fondamentale quale primo mediatore dell'inserimento sociale.

L'insegnante Maria Grazia Giannicola ha scelto come compagno di viaggio del Progetto la lettura di un libro dal titolo “Un amico venuto dal mare” grazie al quale gli alunni hanno capito che non c è nulla di giusto nella paura e nel sospetto per le diversità, hanno capito che tutti i bambini hanno bisogno delle stesse cose: persone che si prendano cura di loro, affetto, amore, una casa, cibo per crescere sani, scuole, tanti amici e un po' di spazio per giocare. Ognuno deve assumere comportamenti che conducono a rispettare se stessi e gli altri in ogni circostanza e condizione, senza distinzione di razza, sesso, lingua e religione.
Gli obiettivi generali del progetto sono stati: Sensibilizzare ai valori della solidarietà, promuovere il rispetto, la tolleranza e la comprensione reciproca, creare un clima di accoglienza ed integrazione per gli alunni e le famiglie e mettere in atto strategie per il superamento di conflitti. Vista l’importanza del tema trattato l’insegnante Giannicola ha ritenuto fondamentale coinvolgere i bambini in una rappresentazione tenutasi Martedi 6 Giugno nell’Istituto Comprensivo. I bambini, unici protagonisti, hanno così dimostrato alla Dirigente, ai loro genitori e a tutte le maestre presenti, quanto hanno appreso durante il percorso. A conclusione la Dirigente Rosina Costabile si è complimentata con l’insegnante, con i bambini e con le loro mamme per l’impegno che, per il terzo anno consecutivo, hanno dimostrato di avere in attività che danno ancor più valore all'Istituto.
La pedagogia interculturale, che è stato il motore di questo progetto, è un intervento complesso e lungo nel tempo che richiede l’applicazione dei principi base del progetto nel quotidiano per aiutare i bambini a superare gli stereotipi i pregiudizi, avere un atteggiamento di apertura, curiosità, senso critico e rispetto nei confronti di culture diverse. Per tale motivo la Dirigente Rosina Costabile e l’ insegnante Giannicola si augurano che i loro piccoli alunni non dimentichino ciò che hanno imparato e lo applichino in ogni momento della loro vita.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners