Torna la sfilata dell'Etm sullo Jonio

CORIGLIANO - È prevista per mercoledì 9 agosto la quinta edizione dello European Fashion Tour Calabria, evento legato alla moda e allo spettacolo che ormai dal 2013 regala un tocco raffinato alle notti d'estate della costa jonica. Seguito sempre con interesse da pubblico e critica, l'evento suddetto – al via dalle 21 - si presenta con la solita formula all’interno delle suggestive mura del Casino Caruso: bellezza, tendenze e gusto saranno il leit-motive della serata, che avrà al centro le uscite in passerella delle modelle del gruppo Etm Italia (nel dettaglio: Rebeka Capatina, Trudy Abela, Desirèe Minervino, Jasmine Cirone, Tanya Russo, Chiara Barbieri, Sarah Nigro e, direttamente dalla “costola” siciliana del gruppo Etm, Giada Cuccia, Alice Mangano e Greta Bertone).

Torna la mostra canina a Schiavonea

SCHIAVONEA - Avrà luogo il prossimo 13 agosto la simpatica iniziativa dedicata ai nostri amici “a quattro zampe” intitolata “Expo Cinofila Amatoriale”. Promossa dal Gruppo Cinofilo Calabria Alta e supportata dal Comune di Corigliano, l’iniziativa rientra nel cartellone delle manifestazioni estive cittadine e si preannuncia, oltre che molto seguita dagli amanti degli animali in genere, anche altrettanto interessante, poiché in scena andranno sia cani di razza che meticci, per uno spettacolo che non solo sarà legato alle competenze degli allevatori ma susciterà anche divertimento e allegria.

Sbarchi a Corigliano, individuati e fermati 3 pericolosi scafisti

CORIGLIANO - Prosegue incessantemente l’attività di contrasto al fenomeno del traffico di esseri umani dal Nord Africa da parte di questo Ufficio di Procura e delle forze di polizia del territorio.
In particolare, nella tarda serata del 16 luglio 2017, al termine di una serrata attività di indagine avviata in seguito allo sbarco di nr. 918 migranti di varie nazionalità avvenuto la mattina precedente presso il porto di Corigliano Calabro dalla nave “FGS RHEIN” della Marina Militare Tedesca, la task force investigativa appositamente formata per far fronte al fenomeno degli sbarchi di migranti in quel porto, composta da personale della Squadra Mobile della Questura di Cosenza e da militari della Sezione Operativa Navale G.d.F. di Corigliano Calabro, supportata dalla Capitaneria di Porto del medesimo centro, con il coordinamento del Sost. Proc. Dott. Antonino IANNOTTA di questa Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore della Repubblica Dott. Eugenio FACCIOLLA, ha proceduto al fermo di indiziato di delitto ex art. 384 c.p.p. nei confronti di:
FOFANA Bubakar, nato in Mali il 05.03.1992;
BRIMA Ishmail, nato in Sierra Leone il 26.10.1994;
KAMARA Abdul, nato in Sierra Leone il 28.02.1998,
ritenuti responsabili dei reati di cui agli articoli 81, 416, commi 1 e 6 c.p., all’art. 3 della L. 146/2006 in riferimento all’art 12, commi 1, 3 lett. a), b) c) e d), 3 bis e 3 ter del D.lgs. n. 286 del 1998 (perché, unitamente ad altri soggetti allo stato non identificati, si associavano al fine di organizzare il viaggio di migranti verso il territorio nazionale), nonché all’art. 12 del D.lgs. n. 286 del 1998 (favoreggiamento dell’immigrazione clandestina).

Nuovo sbarco di migranti nel porto di Corigliano

CORIGLIANO - Dalle prime luci dell'alba una nave militare tedesca è approdata nel porto di Corigliano con un nuovo carico di migranti. Sono circa 950 le persone a bordo giunte nel porto jonico, ormai diventato punto di approdo per disperati in fuga da diverse terre del mondo. Questa mattina, intorno alle 8, sono cominciate le operazioni per far scendere i migranti che sono visibilmente provati. Sul posto Carabinieri, Guardia Costiera, Polizia ed esponenti della prefettura per i rilievi di rito.

Lotta alla prostituzione, la Polizia ferma tre straniere con i clienti a Corigliano

ROSSANO – (Comunicato stampa) Continua senza sosta l’attività di contrasto alla prostituzione nel Comune di Corigliano da parte del personale del Commissariato di P.S. di Rossano, su disposizione del Questore della Provincia di Cosenza dr. Giancarlo CONTICCHIO, che ha intensificato i servizi di vigilanza e controlli in alcune aree del territorio del comune di Corigliano ed in particolare sulla statale 106, al fine di contrastare il fenomeno di tale mercimonio su strada da parte di donne straniere, provenienti soprattutto dall’Est Europeo.

Scoperta truffa all'Inps dalla Finanza. Denunciati 165 falsi braccianti

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) La Guardia di Finanza di Corigliano Calabro (CS), a conclusione di un’articolata e complessa attività di indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha smascherato una truffa ai danni dell’INPS, perpetrata da una società di persone e da due ditte individuali, mediante 165 false assunzioni di dipendenti, con un danno alle casse dello stato per circa 800.000 euro.
Le imprese presentavano, all’Ente previdenziale, falsi contratti di fornitura del frutto e/o di comodato d’uso gratuito di terreni – riconducibili a soggetti ignari e completamente estranei – nonché fasulle denunce aziendali trimestrali (D.MAG ed UNILAV), attestanti l’impiego, mai avvenuto, di operai, al fine di consentire l’indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia e maternità.

Sbarcati oltre 1000 migranti a Corigliano. Segnalati due casi di sospetta TBC

CORIGLIANO - Nel corso della giornata di giovedì 29 giugno si sono susseguiti sulle coste calabresi 2 grossi sbarchi di migranti. Oltre duemila, infatti, erano i passeggeri a bordo delle rispettive navi approdate a Reggio Calabria e Corigliano Calabro. La nave “Acquarius” della Ong di Medici Senza Frontiere (di Gibilterra) è giunta intorno alle ore 10.30 al porto di Corigliano Calabro, con a bordo 1035 migranti fra cui 85 donne (11 in stato di gravidanza), 15 minori con famiglia e 199 minori non accompagnati.

Continua la lotta alla prostituzione a Corigliano

CORIGLIANO - Il contrasto alla prostituzione nel territorio del Comune di Corigliano Calabro (CS) operato dalla Polizia di Stato è continuo. Su disposizione del Questore della Provincia di Cosenza dr. Giancarlo Conticchio, le aree interessate dal fenomeno criminale sono sottoposte di continuo a servizi di vigilanza da parte del personale della Polizia di Stato. Al riguardo, personale del Commissariato P.S. di Rossano, e del Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale, nell’effettuare gli ennesimi controlli, ha individuato 2 donne di nazionalità bulgara intente a prostituirsi.

Lotta alla prostituzione, la Polizia ferma tre straniere con i clienti

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) L’attività di contrasto alla prostituzione nel territorio del Comune di Corigliano Calabro da parte del personale della Polizia di Stato è costante.
Su disposizione del Questore della Provincia di Cosenza dr. Giancarlo Conticchio, alcune aree interessate dal mercimonio sono giornalmente sottoposte a servizi di vigilanza e controllo da parte del personale della Polizia di Stato.
In particolare viene attenzionata la Strada Statale 106 Jonica e le tante diramazioni alla stessa collegate.

Fermati tre pericolosi membri dell'organizzazione di trafficanti umani

CORIGLIANO - Prosegue incessantemente l’attività di contrasto al fenomeno del traffico di esseri umani dal Nord Africa da parte di questo Ufficio di Procura e delle forze di polizia del territorio.
In particolare, nella tarda serata del 26 maggio 2017, al termine di una serrata attività di indagine avviata in seguito allo sbarco di nr. 635 migranti di varie nazionalità avvenuto la mattina precedente presso il porto di Corigliano Calabro dalla nave VOS HESTIA noleggiata dalla O.N.G. Save The Children, la task force investigativa appositamente formata per far fronte al fenomeno degli sbarchi di migranti in quel porto, composta da personale della Squadra Mobile della Questura di Cosenza, da militari della Sezione Operativa Navale G.d.F. di Corigliano Calabro e da quelli della Capitaneria di Porto del medesimo centro, con il coordinamento del Sost. Proc. Dott. Antonino IANNOTTA di questa Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore della Repubblica Dott. Eugenio FACCIOLLA, ha proceduto al fermo di indiziato di delitto ex art. 384 c.p.p. nei confronti di: THALED Khaled, di anni 24, cittadino siriano; DEJ Ahmad, di anni 24, cittadino siriano; ALAKARI Siraj, di anni 21, cittadino libico, poiché ritenuti responsabili:

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners