Musica ed arte dall’Alto Tirreno e dall'Esaro di scena a Matera

BELVEDERE MARITTIMO - Dall’Alto Tirreno e dall’Esaro fino a Matera. È il percorso di tre artisti cosentini, due musicisti ed un’artista scultoreo, che sono arrivati ad incantare la “Città dei Sassi”, Capitale della cultura europea per il 2019. Infatti, in uno scorcio suggestivo di Matera, trai i sotterranei dei Sassi, come “l'Ipogeo Matera Sum” è andata in scena la presentazione de "La Vela", ultimo lavoro discografico del binomio artistico Made in Calabria. L’hanno presentato Riccardo Galimi - pianista di Belvedere Marittimo - e Pietro Perrone - violinista originario di Buonvicino ma santagatese d’adozione poiché “accasato” nella cittadina dell’Esaro.

Don Ciro Favaro nuovo Vicario generale diocesano

SAN MARCO ARGENTANO - Il canonico Ciro Favaro è il nuovo Vicario generale della Diocesi di San Marco Argentano – Scalea. Ne ha dato notizia il direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali, Umberto Tarsitano. «A conclusione dell’annuale Convegno ecclesiale diocesano, svoltosi di recente a Cetraro – si legge nella nota – il Cancelliere vescovile don Antonio Fasano, alla presenza del Vescovo monsignor Leonardo Bonanno ha dato lettura del Decreto di nomina del nuovo Vicario generale per don Ciro Favaro che succede a monsignor Cono Araugio che ha svolto tale ufficio per un quinquennio.

Il Vescovo Bonanno scrive ai giovani adamantini

SAN MARCO ARGENTANO - Dopo l'efferato omicidio di un giovane avvenuto a Diamante nei giorni scorsi, il Vescovo monsignor Bonanno della Diocesi che è inSan Marco Argentano – Scalea ha voluto inviare il seguente messaggio ai giovani: "Carissimi giovani, anche se fisicamente lontano da voi mi sento vicino con l’affetto e la preghiera per vivere insieme questo momento di grave turbamento in seguito alla tragica scomparsa del caro Francesco".

La Figc Calabria ha incontrato sindaci e società per gli stadi del Tirreno

  • Pubblicato in Calcio

ACQUAPPESA - Quella appena passata è stata una stagione tribolata per le strutture sportive del Tirreno cosentino. Dai sequestri degli stadi “Gramigna” e “Zicarelli”, rispettivamente di Acquappesa e Fuscaldo, poi parzialmente dissequestrato per i lavori di ripristino, fino all’inagibilità del “Tarsitano” di Paola; dai problemi all’impianto di San Lucido a quello di Scalea fino a Cetraro, dove manca ancora un campo sportivo, per il quale sembra essersi aperto uno spiraglio definitivo.

La Figc Calabria incontra i sindaci per gli stadi del Tirreno

  • Pubblicato in Calcio

ACQUAPPESA - Dai sequestri degli stadi “Gramigna” e “Zicarelli”, rispettivamente di Acquappesa e Fuscaldo, poi parzialmente dissequestrato per i lavori di ripristino, fino all’inagibilità del “Tarsitano” di Paola; dai problemi all’impianto di San Lucido a quello di Scalea fino a Cetraro, dove sono anni che manca un campo sportivo, per il quale sembra essersi aperto uno spiraglio si spera definitivo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners