CALCIO PROMOZIONE - Il Corigliano batte 2-0 l'Olympic e sale in vetta classifica

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
CALCIO PROMOZIONE - Il Corigliano batte 2-0 l'Olympic e sale in vetta classifica

CORIGLIANO - Sul terreno da gioco di Cassano allo Jonio, dopo 21 turni di campionato, il Corigliano finalmente completa la propria rimonta sull’Olympic Rossanese e l’aggancia in vetta alla classifica del girone A di Promozione. Grazie allo 0-2 confezionato dalle reti di Foderaro al 41’pt e di Concialdi al 15’st, la formazione di mister Andreoli porta casa il derby e soprattutto lo scontro diretto con la capolista, con cui adesso Tricarico e soci si ritrovano appaiati in testa al torneo. Bella la cornice di pubblico sugli spalti (circa 800 persone), con le due tifoserie che, pur punzecchiandosi, hanno dato vita ad uno spettacolo “colorato” non facile da ritrovare in una categoria come la Promozione.

Pesa, sull’economia della gara, l’espulsione di Mirabelli al 3’st: il calciatore rossanese, già ammonito, entra a gomito largo su Piemontese, inducendo l’arbitro al rosso diretto e riducendo l’Olympic in dieci uomini praticamente per metà partita. Con il Corigliano già in vantaggio per 0-1, la strada per i ragazzi di mister Pacino diventa ancor più in salita, tanto che, al quarto d’ora, i biancoazzurri pervengono al raddoppio con Concialdi al termine di un’azione rocambolesca durata un minuto di “flipper” davanti alla porta di Ramunno. A conti fatti, è stato un derby scarno di emozioni. Soprattutto nel primo tempo, praticamente non è accaduto nulla fino al gol di Foderaro, arrivato al termine di una bella azione di Varriale che, arrivato a tu per tu con Ramunno, intelligente non calcia – perché defilato – ma mette la palla al centro, dove Foderaro approfitta di un rimpallo per colpire di tesata e deviare “di rapina” nell’angolo basso della porta rossoblù. Nella ripresa arriva subito il rosso diretto a Mirabelli. L’intervento del centrale dell’Olympic, tra l’altro, mette ko Piemontese, che esce dolorante al costato e viene sostituito da Covelli. Con l’Olympic in dieci e costretta ad esporsi, il Corigliano trova maggiori spazi, così che si arriva al 15’st, quando succede di tutto in pochi secondi. Tutto inizia con un passaggio filtrante di Tricarico per Covelli, che impegna Ramunno. Sulla respinta, Varriale calcia di prepotenza, ma la palla colpisce la traversa e sbatte sulla linea di porta (restano anche dubbi se sia rimbalzata dentro o fuori). La difesa rossoblù, scaccia via il pallone, ma Concialdi recupera e, dal limite, coglie in pieno l’incrocio dei pali con un sinistro a giro. La palla torna incredibilmente a Covelli che, arrivato a calciare a due passi da Ramunno, viene contratto da un difensore rossanese e cade a terra, reclamando la massima punizione. Non c’è però tempo di seguire le proteste di Covelli, poiché un passaggio filtrante per Concialdi mette quest’ultimo davanti a Ramunno e, questa volta, il sinistro sul secondo palo si infila in rete. Sullo 0-2, l’Olympic prova a scuotersi. Al 21’st è il nuovo entrato Salandria a presentarsi a tu per tu con Caruso, ma il giovane portiere di casa lo anticipa di un soffio in uscita al limite dell’area. Al 28’st Granata di testa impegna ancora Caruso, che con un colpo di reni alza sulla traversa. Al 42’st protagonista ancora il centrale di difesa dell’Olympic che, sempre di testa, stavolta coglie in pieno la traversa. Finisce qui, dopo oltre 5 minuti di recupero, con il Corigliano che festeggia sotto il settore degli Ultra Skizzati. Da sottolineare, per chiudere, la buona organizzazione complessiva di un evento sportivo che, alla vigilia, destava qualche preoccupazione: le due società, Olympic in testa (quale società ospitante), hanno invece gestito bene il match, coadiuvati perfettamente dalla società di casa, il Cassano Sybaris, rappresentata in campo quest’oggi da Franco Sangiovanni.
 

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners