CALCIO PROMOZIONE - Il Roggiano calcio riparte dall’entusiasmo e da Micieli

  • La società smentisce qualsiasi contatto con l’ex Domanico
0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
CALCIO PROMOZIONE - Il Roggiano calcio riparte dall’entusiasmo e da Micieli

ROGGIANO GRAVINA - Dopo la retrocessione si ripartirà dalla Promozione e si farà soprattutto con due punti fermi: l’entusiasmo ritrovato intorno alla squadra e lo zoccolo duro della dirigenza 2016-17. E poi, pur mancando l’ufficialità, dovrebbe essere Eugenio Micieli, autentica bandiera del calcio gialloverde, a guidare la compagine dalla panchina. Smentite categoricamente le voci che avrebbero voluto Francesco Domanico (peraltro un ex) quale prossimo trainer.

Intanto, sono già state due le assemblee per “allargare” il sodalizio a nuovi soci. Il presidente Maurizio Orsino ed i suoi più stretti collaboratori, da Antonio Limido a Giovanni Favasuli passando per Flavio Innocenti e Luigi Belsito puntano, anche tramite l’ingresso di nuove persone, a fare un campionato d’avanguardia. Da non trascurare, a proposito, il “feeling” tra tifosi e giocatori raggiunto specie nel girone di ritorno della passata stagione che ha visto il Roggiano difendere, fin quando ha potuto, la permanenza in Eccellenza. Per il capitolo giocatori è quasi certo che il 60-70% della rosa resterà in gialloverde. Primo fra tutti il bomber Cissè, che ha dimostrato di essere un gran centrattacco. E poi si punterà molto su Micieli che dovrebbe lasciare il calcio giocato per dedicarsi a fare solo l’allenatore. Società, tifosi e calciatori sono concordi che sia la persona giusta al posto giusto. Tuttavia c’è chi come Sandro Folino – responsabile societario della comunicazione – che lo vedrebbe ancora in campo. «A 37 anni ha giocato ancora in Eccellenza realizzando 11 reti; magari in Promozione si potrebbe utilizzare part-time, anche partendo dalla panchina, perché tecnicamente è un giocatore sempre molto valido e da solo vale il prezzo del biglietto». In attesa di capire se Micieli allenerà soltanto, come peraltro ha ben fatto nelle ultime quattro giornate della scorsa stagione, dalla società si leva qualche protesta per il premio “Stadioradio”: l’inserimento del solo portiere Fall ha fatto un pò storcere il naso, perché altri elementi come Orsino, Cissé, Morabito e lo stesso Micieli, se non altro per la sua carriera ultraventennale tra i dilettanti, avrebbero meritato d’andare tra le nomination.         



© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners