CALCIO UISP - Terranova e Cassano si contendono la vetta della classifica

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Villapiana Villapiana

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Tanto rumore per nulla. Almeno alla domenica. I due scontri diretti finiscono in perfetta parità a testimoniare che equilibrio, in questo momento, sembra essere la parola chiave del campionato. La capolista Sporting Terranova impatta sul proprio campo per zero a zero contro un Villapiana che ha dimostrato di poterci stare benissimo nell’alta classica e subisce il controsorpasso da parte del Cassano. E’ stata una gara bella e combattuta, tra due squadre che certamente diranno la loro in futuro in tema di vittoria finale. E’ mancata la rete, come spesso avviene in queste circostanze, perché controllare è psicologicamente più facile che scoprirsi alla ricerca di qualcosa di più del pareggio.

Un punto, a nostro giudizio, da non disprezzare per entrambe le compagini. Segno “X” anche nel derby di Bisignano tra Fiorito e S.Umile, con la formazione di Rosalbino De Marco riacciuffata proprio nel recupero grazie ad una rete di Laudonia, buttato nella mischia a pochi minuti dalla fine da mister Capalbo. Considerato che la Fiorito era pure sotto di un uomo (doppio giallo a Cariati), il risultato lascia certamente qualche rammarico al S.Umile che in classifica rimane attardato di un punto rispetto ai cugini cittadini. Riemerge pure il Roggiano che, nella ripresa, va a vincere sul campo dei Medici 1988 i quali avevano tenuto nel primo tempo. Le reti decisive sono state segnate nell’ultimo segmento di gara da Amato e Tebaldo. Al momento, la scalata è ancora a metà, a braccetto con la Sinco. Mentre la domenica viveva sui due scontri diretti di Terranova e Bisignano, il Sabato aveva già parlato chiaro con due messaggi da non sottovalutare. Nella sorpresa di giornata il Malvito aveva fermato il lanciato Fuscaldo su un pareggio pesantissimo (per gli ospiti): a tutti gli effetti due punti persi se si considera la classifica prima del fischio d’inizio. Tuttavia, va assolutamente riconosciuta alla formazione di Michele Bruno la dignità di giocarsela con tutti, senza mai partire battuta. Esclusa qualche giornata nera che può capitare a tutti, le goleade al passivo del passato sembrano essere al momento un lontano ricordo anche se solo chi ama il rischio avrebbe scommesso su un risultato positivo contro il Fuscaldo. Proprio i tirrenici devono fare un esame di coscienza per capire come mai, una volta andati in vantaggio con il neo acquisto Leta, la pratica non sia stata chiusa e i tre punti messi al sicuro. Errori che si pagano caro e che hanno come conseguenza opportunità perdute in classifica. Dal risultato che non arriva ecco il nervosismo: l’espulsione di Perrotta, francamente ingiustificabile, non può avere nessuna spiegazione diversa. L’altra notizia viene da Cassano dove la formazione di mister Pricoli, con il 2-0 al Sibari (che aveva fermato Fuscaldo e Villapiana), ha voluto avvertire che prima di celebrare il funerale bisogna avere il certificato di morte in mano. E i biancoazzurri tengono a precisare che sono vivi e vegeti in ottica primato. La pratica derby, sempre insidiosa, è stata chiusa senza grosse difficoltà a cavallo dei due tempi grazie alle reti di Giordano e Sarubbo. Il più bel messaggio viene, consentitecelo, dal fine gara: le due squadre si sono ritrovate per un terzo tempo a base di pizzette, birra e simili per far capire che i tre punti nel mondo amatoriale non sono tutto, anzi devono diventare la scusa per distrarsi dal quotidiano e ridere un po’ delle gesta pallonare. Tali momenti non sono fortunatamente infrequenti nel torneo, coinvolgono più società e noi non ci stancheremo mai di dare loro il giusto risalto. Va bene il lato sportivo, ma quello sociale non può non assumere un aspetto predominante. Continua la sua prepotente scalata la Sinco Bisignano, il cui ruolo di classifica a questo punto non può essere ignorato: ancora una vittoria, questa volta sul campo dell’Audace, e carrozzone delle prime posizioni ormai ad un passo. La formazione del patron D’Alessandro è una realtà e pare abbia trovato i giusti equilibri che significano risultati positivi a catena. Mentre l’Audace torna alla sconfitta dopo lo squarcio di sole rappresentato dalla vittoria di Malvito, la doppietta di Benvenuto (che avanza anche nella classifica marcatori) conferma la Sinco come una delle squadre più in forma del momento, se non la più in forma. Il pareggio tra Medici FC e Over San Demetrio, invece, non fa contento nessuno perché serve poco alla classifica di entrambe. Esaminando l’andamento della gara, però, non si può non rilevare che l’occasione persa è soprattutto degli ospiti, in doppio vantaggio alla fine del primo tempo. L’orgoglio cosentino stavolta è servito a produrre una bella rimonta firmata dalle reti di Puzzo e Nucci, due elementi che sono molto mancati quest’anno alla formazione di Costabile. Prossima settimana il menu non manca di essere succulento: Roggiano – Fiorito Bisognano e Villapiana – Cassano, infatti, sono pietanze per palati fini.

RISULTATI 17 GIORNATA

 

Audace

Sinco Bisignano

0

2

Fiorito Bisignano

S.Umile Bisignano

1

1

Medici Cosenza Calcio FC

Over San Demetrio

2

2

Medici Cosenza Calcio 1988

Roggiano Over 30

0

2

Sporting Terranova 2010

BSV Villapiana

0

0

AxB Malvito

Fuscaldo Over 30

1

1

Cassano Over 30

Sibari Over 2014

2

0

 

CLASSIFICA

 

Società

G

P

Cassano Over 30

16

34

Sporting Terranova 2010

16

33

BSV Villapiana

16

32

Fuscaldo Over 30

16

31

Fiorito Bisignano

16

30

S.Umile Bisignano

16

29

Roggiano Over 30

16

29

Sinco Bisignano

16

28

Over San Demetrio

16

21

Sibari Over 2014

16

20

Medici CS 1988

16

14

Medici CS FC

16

12

AxB Malvito

16

9

Audace 1999

16

8

 

 

 

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners