Scuola e Vita, Cinquant'anni di formazione e non li dimostra

Hostaria Antico Borgo
Con l’imprimatur di mons. Salvatore Nunnari, Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Scuola e vita ha festeggiato, alla grande, i suoi cinquant’ant’anni di attività culturale, moltiplicando, in Calabria e in Italia, le idee di una Pedagogia scientifica fondata sull’Umanità dell’Uomo e della Donna, per dirla con Edgar Morin;
di una Didattica sempre più scienza autonoma del proporre con maestrìa, padronanza e successo i saperi cangianti della nostra liquida informe disorientante Società dei (pseudo) consumi; di una Psicologia dell’età evolutiva attenta allo sviluppo e alla formazione di una personalità intrisa, nel bene e nel male, di tv  a tutto spiano, di melliflue playstation e telefonini, …, di Internet tra briose creatività intellettive e squallide spazzature esistenziali.
Alla relazione puntuale, ‘storica’, socio-culturale del prof. Giuseppe Trebisacce, è seguita quella di chi scrive, che ha sottolineato come Scuola e vita abbia sempre, nei decenni, seguito e proposto, criticamente e liberamente, il dibattito più avanzato, le ricerche e le sperimentazioni che il Ministero della Pubblica Istruzione o il dibattito scientifico in materia proponevano.
Infine, la conferenza-stampa con giornalisti, televisioni, … è stata chiusa dall’arcivescovo Nunnari, giornalista di antica data, con una lectio magistralis  suggestiva, colta, solidale.
Nunnari ha sottolineato come, nella nostra società del XXI secolo, i mass-media, sino alle ultime generazioni di Internet, svolgano una funzione sempre più pressante e significativa (dal cartaceo al multimediale).
La Rete   -ha argomentato l’alto prelato-   è uno strumento moderno, che presenta molte potenzialità positive, per fini divulgativi, conosciti, formativi. Tuttavia, veicola anche insidie e presta il fianco a tutta una serie di pericoli, che potrebbero investire tutti ma soprattutto l’infanzia, e questo non deve accadere.
Scuola e vita , “che io conosco da molti anni, ha svolto e svolge una funzione formativa non solo nella Scuola, ma anche in Società”. Difatti, le stesse Famiglie sono tenute nella dovuta considerazione nel lavoro, insieme, di insegnanti e genitori, di Scuola e Agenzie del territorio, tra le quali spicca sicuramente la Chiesa.
Le relazioni di Trebisacce e Nunnari, che pubblichiamo in questo numero del nostro periodico, danno conto, profondamente, della bella favola formativa che Mario Valentini, già direttore della testata e Ispettore tecnico, ci ha raccontato sin dal lontano 1960, in quel di San Lucido.
© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners