Teresina Ciliberti

Teresina Ciliberti

URL del sito web:

Piccola nota sull’esilio calabrese di Francesco De Sanctis

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s

C’è un periodo nella complessa “pagina” (1) della vita di Francesco De Sanctis un po’ “nebuloso”, mal noto e, sino a poco tempo fa, (2) non adeguatamente indagato: quello che va dal 5 novembre 1849 al 15 dicembre1850. Una ferita d’esilio: nel maggio del 1848 De Sanctis era stato sulle barricate a Napoli, dove alcuni suoi alunni, tra cui il dilettissimo e leopardiano Luigi La Vista, avevano perso la vita, uccisi dai mercenari svizzeri di Ferdinando II Borbone (3).
Furono momenti difficili: De Sanctis fu “attenzionato” dalla polizia e, per evitare l’arresto, si rifugiò in Calabria, ospite del patriota liberale Francesco Guzzolini, barone di Cervicati, (4) per fare da precettore al figlio Angelo. Questa la versione ufficiale, ma M. Mirri avanza qualche sospetto circa i veri obiettivi di De Sanctis.

0
0
0
s2smodern

Pirandello e De Luca, un ricordo scolastico

0
0
0
s2smodern

Una lettura incrociata della novella pirandelliana, “L’eresia catara”, e di un racconto di Erri De Luca, “Il Pannello”, potrebbe costituire, forse, una lettura piacevole e fornire anche l’occasione per una utilizzazione didattica: un’analisi narratologica e/o un esercizio di scrittura narrativa.
I due testi si prestano bene, infatti, non solo ad un confronto tematico e stilistico, ma anche ad un dibattito sul senso del ruolo del professore nella società contemporanea, a conclusione del quale si potrebbero invitare gli alunni a produrre un testo (un saggio breve, un’intervista immaginaria, una sceneggiatura, un copione oppure un dialogo intitolato “Ritratto di un professore”).
L’eresia catara di Luigi Pirandello e Il Pannello di Erri De Luca, pur nella somiglianza dell’incipit verista (1) e della struttura narrativa logicamente scandita in “situazione di partenza - evento complicante – climax - scioglimento dell’intreccio”, differiscono per la capacità affabulatoria degli autori e per la tensione etica della situazione comunicativa di fondo.

0
0
0
s2smodern
Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners