Scuola: Concorsi al via

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Scuola: Concorsi al via
Hostaria Antico Borgo

Era ora. Tanto tuonò, che piovve! Non ci dovrebbero più essere, ormai, ‘scappatoie’ per il Governo, perché l’atto dovuto della re-visione ri-visitazione delle Classi di concorso, attraverso Regolamento, c’è stato. Mercoledì notte, Consiglio dei Ministri: 20 gennaio 2016.
Le attuali 168 Classi di concorso scendono ora a 116, così come voluto dalla Legge n. 133/08 6 agosto, la quale, tra l’altro, sanciva l’aggiornamento e l’accorpamento delle Classi di concorso: da un lato, la riduzione; dall’altro, la proposta di nuove Classi di concorso in linea con le esigenze della socio-cultura attuale (sono state aggiunte 11).

Si pensi, a mo’ d’esempio, alla necessità dell’insegnamento ‘abilitato’ per i cosiddetti ‘stranieri’, sempre di più sia come numero di Persone che frequentano la Scuola del nostro Paese sia come Lingue parlate; alla Musica alla Danza alla Comunicazione…
Conseguenza immediata dell’approvazione del D. P. R. (Decreto Presidente della Repubblica) è l’imminente bando di concorso. Anzi, di Concorsi. Che saranno tre e, finalmente!, uno di questi sarà completamente dedicato all’insegnamento specializzato per il sostegno (ci sono in palio 5.766 posti). Gli altri due sono: uno per Infanzia e Primaria, e uno per secondaria di 1° e di 2° grado.
Il bando, la cui emanazione la Legge n. 107/15 sanciva per il 1° dicembre 2015, arriverà ai primi di febbraio p. v. (dichiarazioni pubbliche di Renzi e Giannini) e, per tante ragioni, non ci dovrebbero essere sorprese di… slittamento; esso coinvolgerà tutti i docenti abilitati -dalla Scuola dell’infanzia sino alla Secondaria di 2° grado- e prevede due prove: l’una consisterà in uno scritto articolato in otto quesiti computerizzati a risposta aperta (due dei quali riguarderanno la lingua straniera e, per alcuni settori, una parte laboratoriale); l’altra prova, invece, consisterà in un orale incentrato su una lezione simulata. I posti a disposizione, ad oggi, sono 63.712 e i vincitori assumeranno servizio il 1° settembre 2016. E sono così suddivisi: 52.828 per gli insegnamenti comuni; 5.766 per il sostegno; 5.118 per l’organico di potenziamento dell’Offerta Formativa (previsto dalla Legge 107). I posti che si aggiungeranno, nel triennio, saranno altri 30.000. E dunque, complessivamente, oltre 93.000.
Che fare? Studiare! Tanto. Il treno passa, finalmente!, e bisogna prenderlo, salirci sopra. Lo studio critico problematico aperto deve puntare e scommettere sui 212 commi dell’art. 1 della Legge 107, la quale è ricca (variegata colta) di spunti riferimenti richiami funzionalinecessariamente, ai concorsi e agli operatori della Scuola italiana.

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Altro in questa categoria: Scuola: Concorsi al via (2) »
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners